TECNICHE SEO BLACK HAT NOZIONI DI BASE

Innanzittutto voglio iniziare questo articolo relativo alle tecniche BLACK HAT o CAPPELLO NERO,con una doverosa precisazione,chiarendo sin dall'inizio che tali strategie non sono solo vietate dalle LINEE GUIDA PER WEBMASTER di GOOGLE,ma anche eticamente scorrette nei confronti di chi,invece,giustamente,segue le LINEE GUIDA indicate.Aggiungo che tali tecniche,n se produranno e ripeto"se", un qualche risultato positivo nel ranking,sarà un risultato sia breve che effimero per il sito in oggetto,che sarà poi penalizzato in via definitiva,completamente fuori dalle prime pagine di GOOGLE.RIPETO,sconsiglio nella maniera assoluta l'uso di tali tecniche,la SEO deve essere condotta con la massima onestà e professionalità e non costruita sull'imbroglio.Tratterò in questo breve articolo tali condotte illegittime solo per dare i maggiori dettagli a tutti i futuri SEO,o proprietari di siti che gestiscono privatamente le loro strategia SEO.

Questo articolo ha un tempo stimato di lettura di circa 10 minuti,e di nuovo,NON usate mai queste tecniche BLACK HAT.

  SEO GOOGLE BLACK HAT

PRINCIPALI TECNICHE BLACK HAT ON-PAGE


black hat seo


CONTENUTI DUPLICATI

Come detto nell'articolo introduttivo i contenuti sono il RE,e qualsiasi WEBMASTER sa molto bene,quanto sia difficile crearne di nuovi,originali,con un valore importante per l'utente,per questo alcuni WEBMASTER disonesti ricorrono al vecchio "copia i e incolla",semplicemente rubado in toto i contenuti altri.Bene,anzi,molto male,non solo perchè questi contenuti sono protetti da i Diritti di Autore,con tutte le sanzioni per chi ne fa un uso non autorizzato,ma anche perchè GOOGLE negli ultimi anni è diventato molto bravo nell'identificarli quasi nell'immediato,con la conseguente impossibilità del sito al comparire nelle SUE classifiche.Ulteriore orecisazione,spesso questi contenuti non sono copiati e incollati,ma prima vengono 'spinnati',cosa che ha un po' complicato da parte di GOOGLE l'identificazione,ma prima o poi arriva anche li',quindi NON copiate e NON spinnate il lavoro altrui,a nessuno farebbe piacere farsi rubare il proprio lavoro,direi.




KEYWORD STUFFING

Questo tecnica, a differenza dei contenuti duplicati,non danneggia terzi,ma solamente chi ne fa uso,è una tecnica obsoleta,funzionava agli albori dei motori di ricerca,ma direi da almeno un decennio è un autentico suicidio,GOOGLE è in grado ormai di identificarla in un batter ciglio,con penalizzazioni ben piu' importanti rispetto ai CONTENUTI DUPLICATI,se vogliamo dare qualche cifra direi almeno -50/60 punti persi nel RANK della KEYWORD usata nell STUFFING,assolutamente da evitare,mi raccomando.Consiste,come si deduce,da inserire decine e centinaia di volte la/le keyword per le quali si vuole apparire nella pagina in questione,spesso anche in modo nascosto al'utente,solo con 'obiettivo di ingannare GOOGLE,cosa impossibile!




KEYWORD STUFFING IN LINK INTERNI

Bene,questa è una variante della precedente,dove la keyword viene usata come anchor text nei vari collegamenti INTERNI del sito,ovviamente se si vuole raggiungere una determinata pagina,con determinate info richieste dal visitatore,è ottima regola inserire nell' ancoraggio di testo una keyowrd inerente a tali informazioni,nessuno vorrebbe navigare in un sito dove non sa dove e perchè clicca su un link,che come unica indicazione offre la keyword base del sito.Pessima idea questa tecnica,NON FUNZIONA se non per essere penalizzati




seo blackhat

PRINCIPALI TECNICHE BLACK HAT OFF-PAGE

Le tecniche off-page di BLACKHAT sono anche loro svariate,ne indichero' qui le due PRINCIPALI,ovviamente anche queste sono da evitare,non rankeranno il vostro sito,e se lo faranno,sarà solo per un breve periodo,e poi saraà penalizzato,quindi,ALLA LARGA!



LINK ARTIFICIALI

Giàa abbiamo parlato di come i link siano considerati un voto da GOOGLE,essendo questo un fattore di RANKING pari e forse superiore al CONTENUTO,non dimentichiamoci che il WWW è basato su links!!!Ma questi links devono essere guadagnati e NON acquistati o peggio ancora costruiti con vari BOT facilmente reperibili,vedi MONEY ROBOT,O RANKER X,ad esempio,che non solo costruiranno collegamenti da siti spazzatura ma anche da siti che trattano argomenti comletamene diversi dal vostro,cosa pensereste di un sito di una Comunita' religiosa che linka ad un sito porno,o peggio di gioco d'azzardo?Questo è quello che succede usando questi TOOL,quindi lasciateli stare,create un ottimo sito,com grandi contenuti e i link arriveranno,tutti vogliono collegarsi ad un sito di contenuti importanti,con un buon design,ecc.ecc


seo blackhat

CTR ARTIFICIALE

sebbene il CTR,ovvero la percentuale di click per impressione in una ricerca GOOGLE,NON sia un fattore di ranking,molti credono il contrario e hanno la bella 'idea di pagare servizi che quotidianamente cliccano sul sito del cliente per una determinato keyword,appunto per aumentare il CTR:pessima idea,anche se si tratta di umani,gli algortimi di GOOGLE sono perfettamente in grado di rilevare condotte illegittime e forzose,distinguendo i clck naturali da quelli a pagamento;la stessa cosa viene fatta utilizzando script tipo "webbrowser" o certe vpn,OTTIMA IDEA SE SI VUOLE ESSERE PENALIZZATI

seo blackhat

TAGS:

-SEO BLACK HAT-
-TECNICHE SEO CAPPELO NERO-
-SEO GOOGLE BLACK HAT-
-POSIZIONAMENTO SEO GOOGLE TECNICHE NERE-
-AGENZIA SEO-
-SEO E SERP-
-STRATEGIE SEO VIETATE-
-BACKLINKS BLACK HAT-
-SPAM LINKS-
-SEO ON PAGE BLACK HAT-
-SEO OFF PAGE CAPPELLO NERO-
-GOOGLE MOTORE RICERCABLACK HAT-
-SEO PER GOOGLE-
-GOOGLE NEL 2023-
-ALGORITMI E SEO HAT GREY-
-PENALIZZAZIONI GOOGLE BLACK HAT-
-ESPERTO SEO-
-TECNICHE BLACK HAT-

HOME